Perché installare un sistema di videosorveglianza

L’installazione d’impianti di videosorveglianza è in continuo aumento, i furti e gli atti di terrorismo hanno portato sempre più alla ribalta questo tipo di impianti. Anche la tecnologia dei sistemi e in continuo aumento, sempre più efficienti, ma allo stesso tempo facili da usare e con costi ridotti. È molto importante tener conto dell’installazione degli apparati che deve essere effettuata da tecnici qualificati con ampie conoscenze dei sistemi, in grado di consigliare quale prodotto usare e come installarlo in maniera tale da sfruttare al meglio le potenzialità del sistema, tenendo conto anche delle problematiche della privacy, in modo da trovare il giusto compromesso tra esigenze e sicurezza, prevenzione e repressione dei reati, diritto alla riservatezza e libertà delle persone. E’ questo un aspetto molto importante di questi sistemi. Un’attenta progettazione deve tener conto, se non si vuole incorrere in sanzioni che possono ingenerarsi a tutela della privacy, di questo aspetto non secondario che questo tipo di sistemi elettronici porta con se.

Un impianto di videosorveglianza è composto essenzialmente da un sistema di telecamere a circuito chiuso, con una buona applicazione si possono controllare costantemente più ambienti contemporaneamente registrando 24h o in base alle esigenze, su un videoregistratore ad hard disk il sistema può essere controllato sia dal posto in cui son state installate le telecamere o da remoto tramite linea telefonica con un software su pc o da telefonino per poter controllare il sistema ovunque tu sia .

 
 
 

La legge finanziaria del 24/12/2007 ha previsto per gli anni 2008, 2009 e 2010 un contributo a credito d'imposta, nella misura dell'80% della spesa, fino ad un contributo max di 3000 Euro, per l'acquisizione e l'installazione di impianti e attrezzature di sicurezza e sorveglianza a favore delle piccole e medie imprese esercenti attività commerciali di vendita al dettaglio e all'ingrosso e attività di somministrazione di alimenti e bevande, nonché dei soggetti esercenti attività di rivendita di generi di monopolio. Pur essendosi esaurito il contributo previsto per l'anno 2008, rimangono comunque in essere i contributi previsti per i due anni successivi ovvero 2009 e 2010.

Precisiamo che chi comunque anticiperà già da quest'anno l'acquisto e l'installazione di soluzioni di sicurezza e contestualmente inoltrerà anche la relativa domanda di contributo, godrà di un diritto di precedenza sulle future richieste che invece perverranno nell'anno 2009. Per chi ha intenzione o ha già effettuato l'installazione di dispositivi di sicurezza, è possibile compilare il modello per la richiesta del contributo, disponibile direttamente sul sito dell' Agenzia delle Entrate